Tag: michaeljackson

MICHAEL JACKSON:
BEST LIVE PERFORMANCES

michaelmania2019#

Michael Jackson Best Live Performances on video

In un unico posto abbiamo selezionato per voi i migliori live di Michael Jackson, i concerti più belli, le esibizioni più entusiasmanti.

Non serve più perdere tempo a cercare un concerto che vorremmo vedere o del quale abbiamo visto qualche immagine, in questa galleria li abbiamo selezionati per voi, occorre solo selezionarlo dalla lista e far partire l’esibizione.

Perchè si sa, Michael ha sempre dato il meglio di se in concerto e molti sono veri e propri capolavori. Nel tempo aggiungeremo anche esibizioni singole o eventi speciali che hanno segnato la carriera del re del pop, quindi controlla periodicamente questa pagina.

Buona visione!

MICHAEL JACKSON:
THE OFFICIAL MUSIC VIDEOS

michaelmania2019#

Michael Jackson the official music videos

Il posto all’interno del sito di Michaelmania dove puoi trovare tutti i video ufficiali del canale Youtube di Michael Jackson. In un unico spazio puoi ascoltare e vedere tutti i videoclips più belli del re del pop. Che tu stia studiando, lavorando o semplicemente divertendoti, la tua colonna sonora sarà sempre di qualità.

Buon divertimento con la musica e i video del più grande intrattenitore di tutti i tempi!

FUJIFILM SQUARE
MICHAEL JACKSON ON STAGE”

michaelmania2019#

FUJIFILM SQUARE “MICHAEL JACKSON ON STAGE” EXIBITION(10-30 Luglio 2020 – ingresso gratuito – FUJIFILM SQUARE 赤坂9-7-3 Minato-ku, Tokyo, Japan 107-0052)

Siamo lieti di annunciare la mostra fotografica “MJ – Michael Jackson on Stage”, che si terrà a FUJIFILM SQUARE dal 10 al 30 luglio 2020. Michael Jackson è nato in una grande famiglia nella città industriale di Gary, nello stato americano dell’Indiana, il 29 agosto 1958. Ha debuttato in televisione nel 1969 come cantante principale e il più giovane dei cinque fratelli che avevano formato il gruppo Jackson 5.

Poco dopo, il gruppo ha stabilito un record con i loro primi quattro singoli che raggiunsero tutti il numero uno nelle classifiche statunitensi, e Michael Jackson iniziava la sua carriera.

Come artista solista, il suo album “Thriller” del 1982 ha stazionato nella classifica degli US Billboard 200 per 37 settimane consecutive e ha ricevuto premi in otto categorie distinte ai 26 ° Grammy Awards.

Mentre l’industria della musica ha vissuto un periodo d’oro dagli anni ’80 agli anni ’90, sono stati realizzati video musicali per promuovere nuove uscite musicali e questi si sono gradualmente evoluti in veri e propri short-films.

Tra i molti successi di Michael Jackson l’aver saputo trasformare questi video di promozione musicale in vere e proprie opere d’arte.La straordinaria armonizzazione e fusione della sua musica con le sue performance di danza uniche e il suo genio come produttore ha spianato la strada alla scena musicale odierna di cui le immagini visive sono una componente vitale.

È ampiamente considerato come l’intrattenitore di maggior successo e influente della storia grazie ai suoi numerosi successi. Sono passati ormai più di dieci anni da quando Jackson è deceduto il 25 giugno 2009, ma la sua musica e la sua danza continuano ad attrarre nuove generazioni di fan.

Questa mostra presenta immagini fisse dagli archivi delle varie opere d’arte di Michael Jackson, oltre a video e fotografie di Jackson che si esibisce durante tre dei suoi tour mondiali che hanno portato i fan di tutto il mondo a seguirlo nei principali passi dello sviluppo della musica ad oggi.

Capitolo 1 – “Momenti”

All’età di soli cinque anni, Michael Jackson iniziò ad esibirsi come cantante principale nei Jackson 5, la band formata dai suoi quattro fratelli maggiori. Dopo uno straordinario debutto sulla famosa etichetta discografica Motown, il suo genio come compositore e paroliere iniziò a emergere nei suoi ultimi anni dell’adolescenza. Pur mantenendo legami con il Jackson 5, iniziò anche una carriera come artista solista, che gli avrebbe portato un successo senza pari.

Questo capitolo presenta immagini fisse tratte dai cortometraggi prodotti per i suoi successi “Thriller”, “Beat it” e “Bad”, e traccia il percorso che ha seguito per diventare il principale intrattenitore del mondo sia come performer dal vivo che come star di video musicali .

Capitolo 2 – “Viaggio”

Le innovative esibizioni dal vivo create da Michael Jackson hanno reso i fan pazzi per l’eccitazione e hanno ridefinito il concetto di cosa potrebbe essere un concerto dal vivo. Il suo primo tour mondiale da solista, “Bad”, è iniziato in Giappone e si è concluso dopo aver eseguito 123 concerti estenuanti in 15 paesi diversi.

Il “Dangerous World Tour” ha segnato il passaggio a una produzione più dinamica e stravagante, mentre il “HIStory World Tour” ha attirato circa 4,5 milioni di fan, il tour più seguito di qualsiasi artista di sempre. Questo capitolo presenta fotografie che raffigurano le performance dinamiche di Michael Jackson in questi tre tour mondiali.

Un catalogo commemorativo di 160 pagine in ofrmato A5 verrà stampato per l’occasione.

LINK FUJIFILM SQUARE EXIBITION: http://fujifilmsquare.jp/en/detail/2007100123.html

#HISTORY25 CELEBRATION

michaelmania2019#

La notte tra il 15 e il 16 Giugno 1995 usciva il doppio album più venduto di sempre. HIStory, Past Present and Future BOOK I

Era l’aprile del 1995, Michaelmania anticipava i dettagli di un doppio album storico. HIStory, Past Present and Future BOOK I. Una promozione senza precedenti che avrebbe dovuto allontanare il ricordo delle accuse del 1993.

Un teaser introdotto da un messaggio di unione in “esperanto”, una serie di statue celebrative che avrebbero toccato le principali capitali europee e una serie di fan-events (il 2,3 e 4 Giugno) che vennero all’ultimo momento annullati.

I brani, i videoclip e la tournee che ne seguì spinsero il disco (del quale inizialmente era previsto un BOOK II) il doppio album più venduto di sempre. Uscito il 16 giugno in Europa e il 20 in USA, in cd, triplo vinile, doppio minidisc e doppie cassette, ancora oggi è una pietra miliare della produzione jacksoniana. Auguri HIStory!

#HISTORY25
NEW OFFICIAL MERCHANDISING

michaelmania2019#

Nuovi gadgets in arrivo targati HISTORY25

L’Estate di Michael Jackson celebra il 25esimo anniversario dell’album HIStory con tutta una serie di nuovi prodotti che andranno a riprendere l’album e tutti i singoli usciti. Il primo appuntamento è per il 31 maggio con l’uscita dedicata al singolo “Scream”.

NEW MICHAEL JACKSON HISTORY 25 MERCHANDISING!

Years ago this coming month, Michael released one of the most forceful and impactful albums of his career – a double album which featured his greatest hits and all new material that addressed racial injustice, police brutality, false accusations, the tabloid media, climate change, and the need for us to take care of each other, among other themes. He called it HIStory – Past, Present, and Future Book I.

Originally, the album was scheduled for a 1994 holiday-season release. Michael declared that it wasn’t ready, and delayed it until he had the exact album he wanted. After one of the most memorable marketing campaigns in history, the album was released on June 20, 1995.Michael’s messages on this album are as relevant today as ever.

Although we all know that Michael’s most autobiographical and, according to some, best album deserves a much bigger celebration, that is simply not possible given the current circumstances around the world.The Estate of Michael Jackson is honoring and celebrating HIStory with a series of new merchandise capsule collections featuring both the album as a whole as well as all of the singles released from HIStory.

The first, designed for “Scream/Childhood,” which was released on May 31, 1995, will be released at midnight tonight, eastern standard time. You can peruse and purchase from the collection here:

https://www.shopmichaeljackson.com/store/

RECEVOIR RILEVA CATALOGO SAPHIRO BERNSTEIN

michaelmania2019#

RECEVOIR SI ACCORDA CON SAPHIRO BERNSTEIN SU DIRITTI”ROCKIN’ ROBIN” PASSA DI MANO…

La compagnia indipendente “Recevoir” si accorda con un’altra compagnia indipendente “Saphiro Bernstein” rilevandone la gestione e i diritti di 16.000 canzoni tra cui brani di The Beatles, Frank Sinatra, Ella Fitzgerald, Judy Garland, Michael Jackson, Edith Piaf, Patsy Cline, Bob Dylan, Carly Simon, Elton John e molti altri.

Il nuovo accordo vedrà le due realtà, Recevoir e Saphiro, lavorare insieme e fondere il catalogo Saphiro all’interno dell’amministrazione Recevoir.

Al tempo stesso le due aziende si occuperanno di studiare nuove opportunità di business condiviso e nuovi artisti da rappresentare. Tra le altre, Recevoir potrà gestire il copyright di canzoni come “Rockin’ Robin” di Michael Jackson e alcune canzoni dei Jackson 5.

VITILIGINE: MICHAEL JACKSON UNA SUPERSTAR SENZA COLORE

michaelmania2019#

Michael e la vitiligine, facciamo chiarezza una volta per tutte.

Ormai tra fan è risaputo, Michael ha sempre sofferto di vitiligine. Ma ancora oggi esistono in molti, dubbi, perplessità e confusione a riguardo questa patologia.

Ci teniamo a precisare che riteniamo non serva a nulla fare finta di niente o non parlarne. Vogliamo approfondire con voi questo argomento in modo che possiate risolvere tutti i vostri dubbi e capire meglio cosa sia questa disfunzione che ha sempre afflitto il re del pop.

Ci auguriamo inoltre che con questo servizio quei pochi fan (purtroppo ce ne sono) che ancora dubitano si tratti di questo, si convincano una volta per tutte dell’inutilità di sostenere che il re del pop si sia sbiancato nel tempo.

Abbiamo fatto un lavoro di ricerca attento e vi confidiamo che anche noi, pur essendoci già informati in passato, abbiamo scoperto interessanti aspetti del problema. Speriamo quindi che tutti i fan vogliano trovare un po’ di tempo da passare su questo articolo, convinti che affrontare il problema tutti insieme non potrà che giovare al nostro modo di essere fan e farci sentire ancora più vicini al nostro Michael.

COS’E’ LA VITILIGINE

La vitiligine è una dermatosi cronica che comporta una carenza o una totale mancanza di pigmento che si manifesta sotto forma di chiazze a margini netti, spesso iperpigmentati (quindi margini ben evidenti) che ne evidenziano il contrasto di colore con la cute normalmente pigmentata circostante.

Queste chiazze, di solito disposte simmetricamente , possono comparire in qualsiasi parte del corpo e la loro insorgenza è indipendente dal sesso o dal colore della pelle e dei capelli dei soggetti colpiti.

Per quanto riguarda l’età, la vitiligine sembra manifestarsi con maggiore frequenza tra i 20 e i 40 anni, in pediatria, i casi di vitiligine sembrano essere notevolmente in aumento rispetto al passato. L’incidenza della malattia, calcolata su scala mondiale, sarebbe dell’1%, percentuale che tuttavia si rivela assai superiore nei paesi industrializzati.

In Italia, per esempio, le persone affette da vitiligine sarebbero circa 1 milione. La malattia è progessiva e non guarisce spontaneamente se non in rarissimi casi. Resta però una dermatosi indolore, non contagiosa e assolutamente benigna. Insomma non pregiudica lo stato di salute generale del paziente.

LE CAUSE

La vitiligine è una malattia caratterizzata dalla formazione di chiazze bianche in particolar modo al volto, ai genitali e alle mani anche se può coinvolgere tutto l’ambito cutaneo. L’origine di questo disturbo è probabilmente imputabile ad un difetto genetico coinvolgente il sistema immunitario sul quale possono interagire numerose concause esterne più o meno conosciute quasi stress psicofisico, traumi fisici, ustioni, terapie farmacologiche, malattie virali etc… che vanno a modulare in senso positivo o negativo l’anadamento della dermatosi.

Molte e diverse tra di loro sono le ipotesi finora avanzate sulle cause della vitiligine: secondo alcuni ricercatori, la vitiligine sarebbe dovuta a determinate malattie in atto o pregresse, secondo altri, a una predisposizione genetica.

Alcuni autori individuano la funzione di agenti scatenanti negli stati di stress o in traumi e microtraumi fisici prolungati, altri autori, nella presenza di stress e traumi psichici.

Indubbiamente concorre una pluralità di fattori. Una speciale branca della medicina, la psiconeuroimmunologia studia appunto le interazioni tra psiche, sistema nervoso, sistema immunitario e cute.

Anche la vitiligine potrebbe rientrare tra le malattie cutanee causate da un’alterazione del delicato equilibrio tra questi elementi considerati strettamente interdipendenti. La vitiligine viene comunque ancora oggi considerata una dermatosi da cause ignote.

L’unico dato certo è che, esaminando al microscopio un frammento di cute prelevato dalla zona acromica, si riscontra l’assenza di melanociti e la totale mancanza di melanina. Il pigmento a cui si deve il colore della pelle, dei capelli, della coroide e di alcune mucose.

I DANNI PSICOLOGICI

Niente può essere più ingiustamente e incredibilmente discrimante del colore della pelle. Pesano più della cronicità della vitiligine i retaggi di una cultura forse non ancora del tutto emotivamente superata, in cui le chiazze acromiche della vitiligine venivano confuse con quelle della lebbra e comunque alludevano a un possibile segno della punizione divina. Crediamo di essere stati abbastanza dettagliati. Vogliamo però, ora in breve, ripassare con voi la questione, rispondendo ad alcune domande che spesso i fan si fanno e che, siamo certi, potranno interessare tutti.

  • La vitiligine può guarire?

No. La vitiligine guarisce in pochissimi casi isolati. Può però regredire se curata in maniera adeguata e soprattutto va curata in tempo. Probabilmente nonostante le possibilità economiche di Michael, la malattia si è rivelata al re del pop troppo in anticipo rispetto alle moderne cure che oggi sarebbero riuscite a dare buoni risultati ma sopratutto in pazienti giovani e su macchie recenti.

  • Da quanto tempo Michael soffriva di vitiligine?

Molti anni. Probabilmente fin dal periodo pre-Thriller. Dal momento che spesso la malattia si manifesta in principio dalle mani, non è da escludere che il famoso guanto (singolo o in coppia) mirasse (oltre ad esaltare un certo tipo di look) a nascondere l’insorgere del problema.

  • La vitiligine è ereditaria?

Si. Spesso è ereditaria. Michael nelle sue dichiarazioni ed interviste ha spesso ammesso che il problema esistesse nella parentela da parte del padre Joe. Non è da escludere che (negli anni) anche altri membri della famiglia Jacksons abbiano sofferto della stessa patologia, magari in modo più lieve. La vitiligine ha un’incidenza famigliare nel 13-15% dei casi.

  • Cos’altro può aver causato a Michael la vitiligine?

I medici a riguardo sono sempre stati piuttosto confusi e ancora oggi lo sono a riguardo. Secondo alcuni lo stress può causare questo tipo di disturbo irreversibile della pelle, secondo altri no, ma tuttavia ci si trova daccordo sul fatto che senz’altro lo stress (specie se prolungato) possa causare un peggioramento della patologia. Un’altra causa spesso presa in considerazione dai medici è un trauma fisico o psicologico subito.

  • Michael ha sempre detto di essere allergico al sole, dipende dalla vitiligine?

La vitiligine non peggiora con l’esposizione solare, anzi, in alcuni casi i raggi solari possono essere salutari. Tuttavia la pelle si trova priva (o scarna) di protezione naturale e ciò può arrivare a causare scottature più facilmente. Il danno maggiore resta quello estetico e psicologico, in quanto le parti di pelle non attaccate dalla vitiligine tendono a scurire al sole (abbronzarsi) rimarcando maggiormente la differenza con le chiazze della patologia. Questo non toglie che Michael possa aver avuto una particolare sensibilità alla luce solare o allergia indipendentemente dalla vitiligine.

  • Quali parti del corpo colpisce la vitiligine? Michael a quale stadio era della malattia?

La vitiligine colpisce ogni parte del corpo, compresi i capelli e l’iride degli occhi. Michael era ad uno stadio avanzato della malattia, presumibilmente con un buon 80/85% di chiazze chiare su tutto il corpo. Non è facile accorgersi della discromia delle parti ancora scure in questi casi perchè l’artista in ogni uscita pubblica (e nei suoi video) ha sempre fatto di tutto per nascondere la cosa. Quello che vediamo nei videoclip ufficiali che conosciamo è frutto di un lavoro di editing, che tende ad uniformare il colorito dell’artista, sempre e comunque.

  • Quali altri disturbi può provocare?

I medici non escludono che la vitiligine possa, in alcuni casi , nascondere disturbi di salute nel sistema immunitario, ma il problema va valutato caso per caso. La maggior parte delle volte il disturbo causa il classico inestetismoe non ha alcun altro tipo di conseguenza. Chi ha la vitiligine può svolgere in sostanza una vita assolutamente normale.

  • Ma il vero colore della pelle di Michael è quello che vediamo o ha fatto uso di prodotti particolari?

La vitiligine, nella persona di colore, così come nell’uomo bianco, causa macchie di “non colore”, un bianco quindi innaturale, che sarebbe appunto tale anche in un soggetto di carnagione chiara. Esistono in commercio prodotti cosmetico/farmacologici studiati appositamente per chi soffre di vitiligine o psoriasi che si utilizzano per poter dare alla pelle un colorito uniforme ove possibile. Le parti del corpo di Michael ormai bianche (quasi la totalità), hanno un colore “innaturale”, questo a causa della parziale o totale mancanza di melanina. La pelle di un uomo di colore sembrerà di fatto più chiara di quella di un uomo bianco, venendo a mancare completamente questi pigmenti in alcune zone del corpo. Michael ha sempre usato prodotti per rendere uniforme la propria discromia, in particolar modo in tutte le uscite pubbliche e nei suoi video.

  • Per quale motivo, nonostante il chiaro stato di malattia di Michael i media hanno sempre attaccato il re del pop accusandolo di essersi “sbiancato”?

Per molti anni Michael ha nascosto, per motivi personali prima e poi di business, lo stato della sua salute in materia di vitiligine. Per tutto questo tempo i tabloid e tutta la stampa scandalistica ha potuto sbizzarrirsi con le ipotesi più fantasiose. L’ignoranza, la disinformazione, la voglia id fare notizie e vendere copie ha prevalso molto spesso sul fare “vera” informazione. Leggende e teorie inverosimili hanno fatto si che anche una parte dell’audience del cantante e l’opinione pubblica alla fine arrivasse a credere a cò che veniva raccontato dai media.

Se da una parte, amici stretti e famigliari, fossero al corrente della reale situazione, il grande pubblico ha dovuto attendere fino alla famosa intervista “Michael Jackson Talks to Oprah” per avere una risposta in merito alla questione. Una risposta che per molti, sarebbe arrivata troppo in ritardo, ma che per noi, resta l’unica versione ufficiale sulla questione.

TOM MESEREAU AND MJESTATE NEW MJ PROJECT

michaelmania2019#

Tom Mesereau chiama a raccolta i fan di Michael Jackson.

The Estate has asked us to share the attached letter from Tom Mesereau to you. He and The Estate are creating an extensive archive of as many of the acts of kindness that Michael performed during his lifetime as is possible to compile including, especially, the lesser-publicized stories.

Please send your submissions to mjactsofkindness@mjonlineteam.com. The MJ Online Team will be compiling submissions for this project to send to the Estate and Mr. Mesereau. We all look forward to reading your stories. (MJEstate)

Click here to read Mr. Mesereau’s letter: https://mcusercontent.com/b10cd0eb926d3e80232b5aeef/files/8f57b83e-5ada-4711-bf0a-bb51cf32b8b4/TomMesereau05062020.pdf

MICHAEL JACKSON THE REAL STORY

michaelmania2019#

An Intimate Look Into Michael Jackson’s Visionary Business and Human Side

“Tu sei stato con lui per tanto tempo. Devi raccontare la vera storia. Devi raccontare la vera storia di mio figlio.” Queste le parole di mamma Katherine che hanno ispirato Dieter Wiesner, amico e manager di Michael Jackson per diversi anni, nello scrivere e portare a termine questo nuovo libro: “Michael Jackson: The Real Story”

Ispirato da un obbligo morare di raccontare la verità, Mr. Wiesner condivide preziose informazioni riguardo a Michael Jackson, il suo visionario genio per gli affare, il padre affettuoso e l’uomo di famiglia.

Quello che distingue questa pubblicazione rispetto alle altre uscite fino ad ora, e che raccontano in qualche modo la vita dell’artista più famoso del mondo, sono la quantità di documenti originali in possesso del manager, scritti e registrazioni vocali che Michael stesso ha registrato per lui e con il quale si confidava durante il loro sodalizio.

Wiesner era inseparabile da Michael in particolar modo durante tutto l’HIStory World Tour e i suoi 80 concerti che hanno raggiunto cinque continenti. Dopo quella avventura, Dieter visse con Michael e i suoi figli per diversi anni all’interno del Neverland Ranch.

Attraverso “Michael Jackson: The Real Story” i fan avranno la possibilità di approfindire aspetti mai venuti alla luce prima d’ora grazie agli archivi e alla lealtà del manager che, dopo le prime accuse, ha riportato Michael ad essere l’incontrastato re del pop in ogni angolo del pianeta.

Il libro, inizialmente bloccato dall’Estate del cantante qualche anno fa in virtù della possibile diffusione di materiale audio (telefonate) del re del pop, è oggi disponibile grazie alla vittoria di Dieter Wiesner in tribunale in merito alla questione.

Il volume è pubblicato sia in versione paperback che come ebook.

Dieter Wiesner Official Website

FOR THE LOVE OF A GLOVE IN SCENA A GENNAIO

michaelmania2019#

FOR THE LOVE OF A GLOVE – COMMEDIA MUSICALE

Arriva al “Center for Inquiry West” di Los Angeles, a partire dal prossimo 25 Gennaio 2020 e fino ai primi di marzo, lo spettacolo che il comunicato riferisce prodotto da Johnny Deep e la sua “Infinitum Nihil” (Notizia al momento che pare smentita).

“For The Love Of A Glove” è una fiaba musicale non autorizzata ispirata alla vita del re del pop e narrata dal “suo guanto”.

[…] “PER L’AMORE DI UN GUANTO adotta un approccio offensivo alla storia della vita di Michael Jackson. Usando il guanto di Michael come narratore della commedia, lo spettacolo è un nuovo sguardo revisionista sulle strane forze che hanno modellato Jackson e gli scandali che lo hanno tormentato.

Ri-raccontando i veri eventi della vita attraverso la prospettiva di un guanto, che è anche un alieno di talento musicale che cerca di impadronirsi dell’umanità, lo spettacolo è comico ed intriso di spirito Motown.” […]

Sito: https://www.fortheloveofaglove.com

Original Source: https://www.broadwayworld.com/los-angeles/article/Julien-Nitzberg-Announces-His-New-Musical-FOR-THE-LOVE-OF-A-GLOVE-An-Unauthorized-Musical-Fable-About-The-Life-Of-Michael-Jackson-As-Told-By-His-Glove-20191126?fbclid=IwAR1le9JjfFn-zYEevBscKzUfkCeuulDl-GcZLtcE9QHtwrYI9dW41CgnZXo

MICHAEL JACKSON: IL FILM

michaelmania2019#

IN LAVORAZIONE IL DOCUMENTARIO CHE TUTTI I FAN ASPETTANO
– Segui il nostro canale #telegramhttps://t.me/michaelmania
– #soundcloudhttps://bit.ly/2KKz2No #Spotifyhttps://spoti.fi/2PpPOjT
– Il Forum ufficiale: https://michaelmaniaforum.com
– Lo shop online: https://mjjcenter.com

Graham King, produttore del fortunato documentario “Bohemian Rhapsody” dedicato a Freddie Mercury e ai Queen ha appena strappato un accordo con l’Estate di Michael Jackson per i diritti di utilizzo della storia e delle canzoni del re del pop. Lo scopo la produzione di un nuovo film basato, questa volta, sul nostro idolo.

Al momento non si conoscono dettagli sullo studio che affiancherà la produzione ne chi ne sarà il distributore a livello mondiale. L’unica cosa certa è che, così come per il precedente “Bohemian Rhapsody”, a Graham King spetterà un lavoro che i fan di tutto il mondo attendono da tempo.

Il produttore si affiderà al tre volte nominato agli Oscar, John Logan. More news to come…

Fonte: https://variety.com/2019/film/news/michael-jackson-music-biopic-in-the-works-from-bohemian-rhapsody-producer-1203413480/?fbclid=IwAR1WvcARSPM71av-0fiPL6PUdaJQbpYeNm6oRbkLXl9Ypj5B5Po21nEO5u4

MJFORUM MICHAELMANIA

michaelmania2019#

#MJFORUM QUELLO CHE PUOI FARE…
https://michaelmaniaforum.com #michaeljackson

Coscienti che le nuove generazioni siano meno avvezze all’utilizzo dei forum per colpa dei social che costringono loro a conversazioni spesso inesistenti, a perdersi tra notizie che il giorno successivo non si trovano più ed emoticons di dubbio valore… vogliamo segnalarti quali sono i punti di forza di un forum e quello che puoi farci… sperando di farti venire la curiosità di lanciarti in questo “nuovo” mondo, che nuovo non è….

1) Registrarsi ad un forum è gratuito, hai il tuo user (nickname) e la tua password. Puoi far ricordare al tuo browser il tuo login in modo da non doverlo digitare ogni volta.

2) Hai un account e un tuo pannello di controllo dove gestire come avvengono le tue comunicazioni e cosa vuoi vedere. Inoltre se ci conosciamo di persona puoi richiedere di diventare un “utente certificato”. E’ la garanzia in più che conosciamo chi scrive sulle nostre pagine e chi sta dietro ad un nickname.

3) Puoi postare messaggi, video, link e fotografie esattamente come fai sui social.

4) Puoi decidere di “seguire” un topic (argomento) e quindi venire avvisato quando qualcuno vi scrive e/o risponde.

5) Hai migliaia di argomenti già a disposizione che puoi trovare facilmente e divisi in sezioni o puoi iniziare tu un nuovo argomento utile alla comunità.

6) Puoi avere il tuo avatar personale, farne l’upload o sceglierlo da una galleria jacksoniana e apporre la tua firma personale alla fine di ogni messaggio.

7) Puoi “quotare” i messaggi, interi o parti di essi per far capire esattamente a cosa ti riferisci e a chi stai rispondendo.

8) Puoi mandare messaggi privati agli altri utenti e crearti una cerchia di amici a più livelli.

9) Puoi segnalare problemi e/o migliorie al forum delle quali la comunità tiene conto e sarà lieta di aiutarti.

10) Puoi parlare ed intervenire su argomenti riguardanti Michael Jackson o in “off Topic” in argomenti più generici come “Internet e computers”, “cinema e TV”, “Musica e Libri”.

E questo è solo un assaggio di ciò che un forum puo’ offrire , non ultimo la possibilità di avere, in un solo posto, migliaia di messaggi ed argomenti che ti possono interessare. Che dici? Perchè non provare il nostro forum allora… ti aspettiamo.

MJ THE MUSICAL: MJ ESTATE STATEMENT

michaelmania2019#

STATEMENT FROM THE ESTATE

– Segui il nostro canale #telegramhttps://t.me/michaelmania
– #soundcloudhttps://bit.ly/2KKz2No #Spotifyhttps://spoti.fi/2PpPOjT

As we are sure you have recently read, tickets for the new Broadway play, “MJ The Musical”, go on sale January 15 with previews starting at the Neil Simon Theatre on July 6, 2020 and the show will premiere on August 13, 2020.

In the meantime, we wanted to say how excited we are about the show. We were excited when we worked with Cirque du Soleil and Jamie King in creating “Michael Jackson THE IMMORTAL World Tour” which went on to become one of the most popular and highest grossing touring shows of all time. And we were equally excited about working again with Cirque de Soleil and Jamie King in creating the “Michael Jackson ONE” show in Las Vegas which just enjoyed its 3,000th performance and remains one of the top selling shows in Las Vegas.

We also were very pleased about the work we did with Spike Lee in creating the “Bad 25” documentary and the documentary “Michael Jackson’s Journey From Motown to Off the Wall.”

We are confident that this new Broadway show will be every bit as good as any show we have had a hand in creating.

Some of you have expressed concern about Lynn Nottage. Let us assure you that Lynn Nottage is a huge Michael Jackson fan. We are always careful about selecting the creative talent who will work on a Michael Jackson project. She was ambushed by the UK tabloid reporter and statements made in casual conversation were taken out of context and have been misconstrued. No show we ever create about Michael will be anything other than truthful and positive, and of course we would never validate the lies and slander that have been perpetrated by Reed, Robson, Safechuck and HBO in what the fans have called a “bullcrapumentary.”

The creative team on this Broadway show is outstanding. Lynn Nottage is the only living playwright who has won two Pulitzer Prizes. Christopher Wheeldon, also a huge Michael Jackson fan, is an acclaimed director and choreographer who won the Tony Award for his work on “An American in Paris” on Broadway.

Having seen rehearsals and read the book we can assure you fans will be very excited. Of course, no one can replace Michael. No one can do what Michael did. There was a reason that Berry Gordy confirmed that Michael is the greatest entertainer who ever lived. However, just as in any movie where a famous historical figure is portrayed, once we enter the playhouse, we have to suspend our disbelief and look forward to seeing a great show paying homage to Michael’s legacy.

You all know that the media has tried very hard to negate Michael’s influence in the world. To use their term, they tried to cancel Michael. The Michael Jackson fans and the Michael Jackson Estate will not allow that to happen. The love of Michael is too strong, it will always be with us. While some media outlets might be hesitant to telecast new Michael Jackson programs in the short term, that will turn around in the long term since everyone wants to see and enjoy Michael and his work. This Broadway show will go a long way toward reminding the world who the King of Pop is. Let’s celebrate it, let’s embrace it and let’s remind everybody that Michael is the greatest of all time.

THE ESTATE OF MICHAEL JACKSON